Chiara Frontini

Chi è Chiara Frontini? La battagliera della Politica Viterbese.
Nasce ed ancora abita a piazza Fontana Grande, al centro di Viterbo.
Diplomata con lode al Liceo Buratti di Viterbo, laureata con il massimo dei voti e lode in Scienze Internazionali e Diplomatiche, ammessa alla London School of Economics rinuncia per seguire la passione politica. Nel lungo percorso formativo partecipa all’Università di Oxford al progetto Model of United Nations, frequenta presso l’Università Cattolica di Milano un corso di studi sui Diritti dell’Uomo e Sviluppo dei Popoli, vince una borsa di studio presso l’Istituto di Studi Politici di Strasburgo con specializzazione in Diritto Economico Comunitario ed Internazionale, Scienze ed Economia Politica, Istituzioni Internazionali. Conosce tre lingue straniere che parla fluentemente.
Si è sempre dedicata al volontariato sociale, in modo particolare presso la Parrocchia di San Pietro.
A 22 anni, durante l’ultimo anno di Università a Siena, viene chiamata per fare l’Assessore alle Politiche del Lavoro e della Formazione, Energia, Europa, Innovazione e Nuove tecnologie, Servizio Civile e Film Commission della città di Viterbo.
Resiste solo 9 mesi al vecchio e solito “sistema” politico, fino a quando decide di rimboccarsi le maniche, così inizia la risalita: si candida alle elezioni del 2013 da sola conquistandosi un posto da consigliere comunale che ha ottenuto con coraggio e determinazione. Fa opposizione tanto dura quanto possibile e comunque sempre propositiva.
Nello stesso periodo apre uno studio di progettazione europea con il quale porta 2.7milioni di euro nelle scuole viterbesi per attività di formazione: Erasmus, progetti europei e alternanza scuola lavoro. Non solo, devolve il 30% del gettone di presenza come consigliere per la LIM della scuola elementare del Pilastro, la televisione e la stampante per la scuola di Bagnaia, decide di finanziare uno dei murales del nascente paese delle favole a Sant’Angelo di Roccalvecce e ha finanziato i ricorsi per le multe per la ZTL quando il varco è impazzito.
Non solo, come futuro Sindaco ridurrà del 30% il suo stipendio e quello della giunta, ottenendo 340.000 euro in 5 anni da investire in progetti specifici per Viterbo.
E’ innamorata della sua città e come tutti noi pensa col cuore e non accetta come la politica e decenni di trascuratezza l’hanno ridotta.
È pronta a lavorare 16 ore al giorno per questa città da cui non si riesce a staccare.
La sua storia è fatta di professionismo e capacità ma anche di cuore e coraggio. È pronta per governare e trasformare la nostra città. Il programma condiviso e pronto pone lo sviluppo turistico ed economico al centro dell’azione della nuova amministrazione. La sua attenzione per gli ex comuni ed i quartieri periferici combinata con il metodo e la volontà di far sentire tutti i dipendenti comunali parte di un grandioso progetto la rende unica e vincente in questa che è la decisione più importante per questa generazione di Viterbesi.
E punta al posto più importante dell’amministrazione e della politica cittadina. Adesso è pronta per fare il Sindaco e condividere con la sua città il lieto fine della sua affasciante e giovanissima storia.

I commenti sono chiusi

Archivi

Viterbo2020

Viterbo 2020 nasce come piattaforma programmatica partecipata con due priorità principali. Primo: affrontare nell’immediato, con rapidità e decisione, le piccole e grandi emergenze che affliggono continuamente la nostra Città. Secondo: programmare lo sviluppo. Viterbo2020 è la nostra proiezione verso il futuro. La sfida di un domani che non è poi così lontano. Immaginare la nostra Città attraverso la lente di un progetto lungimirante, strategico, concreto, prospettico. La voglia di tornare a sognare.
Utilizzando il sito, accetti l´utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni | Accetto