Il Paese delle Fiabe aggiunge una nuova opera

La verità è che i cittadini sono stanchi di abbassare la testa, di subire soprusi, di farsi schiacciare da chi pensa di poter fare qualsiasi cosa solo perché, pro tempore, detiene un qualche livello di potere.

Quello che è accaduto in queste settimane a S. Angelo è una bella storia di libertà e coraggio: perché dopo che il Comune, senza minimamente confrontarsi con chi si è inventato da zero un’attrazione come S. Angelo “Il Paese delle Fiabe”, ha imposto un’opera fuori dal contesto e strapagata, i cittadini se la sono fatta da soli.

Come la volevano loro, come è coerente col progetto.

Non permettendo a nessuno, neanche ad arroganti amministratori dei nostri soldi, di mancare di rispetto alle persone che in questa iniziativa stanno investendo tempo ed energie.

Con questa azione, dimostrate ancora una volta che la dignità non si baratta e che per arrivare ci vogliono menti libere, coraggio e competenze.

Così, i 3 Porcellini sono già nati nel borgo lungo la Teverina. Bravi!

#dimissionipermanifestaincapacità #mancanosololecavallette #dallapadellaallabrace #ilcambiamentoripartedaqui

Rassegna Stampa :