BASTA!!!! Davvero.

Ora basta, la misura è colma.

L’unico epilogo dignitoso di questa farsa a cui i viterbesi stanno assistendo da settimane sono le dimissioni.

E non mi riferisco solo al balletto delle poltrone, ai veti incrociati, alle richieste di questo o quell’altro partito di una coalizione unita solo il giorno delle elezioni per gabbare quegli elettori che ancora credono alle promesse dell’ultimo minuto, ma alla situazione indecente in cui verte la città a causa di tutto questo.

L’annullamento della Fiera dopo l’annuncio del suo spostamento (infelice!) al Poggino per mancanza di fondi è la goccia che fa traboccare il vaso.

Ora basta. Martoriata dall’immobilismo e dall’incapacità, in preda all’indecisione e alla mancata assunzione di qualsivoglia responsabilità, con un’amministrazione che dice tutto e il suo contrario e smentisce se stessa nell’arco di 24 ore.

In un paese dove, dopo la pandemia, le attività stanno pian piano riprendendo e i comuni lungo lo stivale riescono ad organizzare feste ed iniziative nel rispetto delle normative anticontagio vigenti, da noi salta ogni evento: non solo il Trasporto del 3 settembre, ma anche la Fiera e quel poco che c’è si delocalizza ai margini della città, in quella “brutta e mafiosa periferia” che il sindaco non è neanche stato in grado di difendere dagli attacchi scomposti di questi giorni.

Dignità, questa sconosciuta. Dite la verità ai viterbesi: che per organizzare gli eventi nel rispetto delle norme anticovid ci vogliono più fondi.

Fondi che non avete stanziato in bilancio, né per le celebrazioni della santa patrona, né per tutti gli altri eventi che accompagnano da sempre il settembre viterbese. Nessun capitolo di bilancio, né in previsione né in assestamento, era stato dotato di fondi adeguati per affrontare queste spese, che pure erano immaginabili visto che la situazione pandemica dura ormai da un anno e mezzo.

Basta bugie, smettetela di stringere il cappio intorno a quella poca motivazione rimasta negli imprenditori e negli operatori culturali di questa città e mettete un punto a questa esperienza amministrativa che è stata un disastro sotto tutti i punti di vista. Se amate questa città, fatelo: sono fiduciosa che vi rendiate conto dei danni che state arrecando con la vostra incapacità, rissosità, autoreferenzialità fuori dal tempo e dalla storia. L’unico epilogo dignitoso sono le dimissioni.

Leggilo su TusciaWeb. CLICCA QUI.