E’ UFFICIALE: ABBIAMO LANCIATO LA NOSTRA SFIDA

Da TusciaWeb

Viterbo – (g.f.) – Chiara Frontini candidata sindaco al comune di Viterbo, con Viterbo Venti Venti.

La sua lista civica è stata la prima a presentare il programma e adesso arriva prima degli altri anche nell’annunciare a chi andrà la carica più importante a palazzo dei Priori in caso di vittoria. Frontini. La previsione era facile.

Meno scontato e anzi, a sorpresa, il nome annunciato nello spazio attivo di via Cavour, del futuro assessora alla Cultura in caso di vittoria , Alfonso Antoniozzi.

L’artista viterbese ha sposato la causa di Viterbo Venti Venti, digerita la delusione di cinque anni fa, quando decise di schierarsi con Filippo Rossi e Viva Viterbo, salvo poi allontanarsene in fretta.

“La mia candidatura a sindaco – spiega Frontini – è fuori dagli schemi di partito, arriva dopo sei anni di lavoro, conosciamo il comune e possiamo presentarci con un bagaglio di credibilità e competenza accresciuto rispetto al 2013.

Sono indipendente dalla politica, ho un lavoro. È una novità e un dato importante. Non saremo ricattabili, non ci serve una poltrona per portare a tavola il pane. Oltretutto, mi occupo di consulenza di progettazione europea, ho uno studio. Una competenza che possiamo portare a sostegno di progetti, per la ricerca di fondi”.

Prima del voto, Viterbo Venti Venti presenterà la giunta in caso di vittoria. “Ma oggi – osserva Frontini – non a caso qui c’è con Alfonso Antoniozzi, si occuperà del settore cultura.

La sua è una presenza, un supporto che mi responsabilizza molto. Sempre nell’ottica di portare qualità, concretezza e credibilità. Principi cui ci vogliamo caratterizzare e con i quali ci candidiamo a rivoltare la città”.

Insieme, eventualmente, a una compagnia “selezionata” e ben definita: “In tema d’alleanze – precisa Frontini – noi siamo aperti al dialogo con realtà genuinamente civiche, esistenti e che non nasceranno nei prossimi mesi, magari per raccogliere qualche politico che non trova posto altrove. No a liste civiche civetta”.

E no pure ai partiti tradizionali. “Nessuna apertura – continua Frontini – verso i partiti tradizionali. Coalizioni standard hanno già dimostrato il loro fallimento. La precedente è stata archiviata in modo sonoro e Michelini rappresenta la più fallimentare che la città ricordi. È evidente, nessuna delle due alternative è credibile”.

Non ci sono spazi di manovra nemmeno con i 5 stelle. “Fanno il loro percorso – osserva Frontini – tra l’altro, Isabella Speranza ha avuto modo di sottolineare come nell’immaginario collettivo abbiamo sostituito in città la formazione, col metodo della partecipazione e l’opposizione dura”.

Tutte premesse che portano la candidata sindaca verso una conclusione: “Al secondo turno noi ci arriviamo, sentendo la città”.

Il volto noto di Viterbo Venti Venti è il naturale candidato alla carica di primo cittadino. Meno scontata la presenza, invece, di Alfonso Antoniozzi. La prima sorpresa e pure di un certo peso.

“Dopo l’esperienza del 2013 – ricorda Antoniozzi – sono rimasto abbastanza scontato e sarei anche rimasto fuori. Ma nel consiglio straordinario sul teatro dell’Unione ho ascoltato gli interventi e Chiara Frontini era l’unica veramente preparata, cui facendo domande aveva sempre risposte pertinenti.

Da quel momento abbiamo parlato, mi ha raccontato la sua visione della città. Alla fine mi ha convinto e sono certo che per quanto mi riguarda, la storia non si ripeterà.

Ho visto in lei e negli altri del movimento, una preparazione e una attenzione meticolosa a ciò si vuole fare, in quanto tempo e come.

E sopratutto, si lavora non per fare promesse che non è possibile mantenere, ma rimanendo concreti. Valorizzare ciò che abbiamo, piuttosto che inventarsi quello che non c’è”.

 

Lascia un commento

Archivi

Viterbo2020

Viterbo 2020 nasce come piattaforma programmatica partecipata con due priorità principali. Primo: affrontare nell’immediato, con rapidità e decisione, le piccole e grandi emergenze che affliggono continuamente la nostra Città. Secondo: programmare lo sviluppo. Viterbo2020 è la nostra proiezione verso il futuro. La sfida di un domani che non è poi così lontano. Immaginare la nostra Città attraverso la lente di un progetto lungimirante, strategico, concreto, prospettico. La voglia di tornare a sognare.
Utilizzando il sito, accetti l´utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni | Accetto