82 alloggi popolari occupati abusivamente

Articolo tratto da Tuscia Web.

 

Alloggi popolari, 82 sono abitati da persone entrate abusivamente e per quaranta ci sono procedimenti in corso.

E’ solo una delle tante facce dell’emergenza casa a Viterbo.

La subcommissione varata settimane fa ha lavorato e prodotto un documento che mette nero su bianco una situazione complicata e non semplice da gestire.

“Entro l’anno – ricorda la consigliera Chiara Frontini in quarta commissione – saranno assegnati cinquantadue alloggi dell’ex serpentone di Bagnaia.

Essendo abitazioni da sessanta metri quadrati in su, saranno date a famiglie composte da minimo quattro persone.

Scorrendo la graduatoria, il 40 per cento sono stranieri”.

Ci sono poi gli alloggi per le emergenze, che tanto emergenze si sono rivelate non essere.

“Dovrebbero essere impiegati per brevi periodi – continua Frontini – ma c’è chi vi abita da venti anni.

Un altro aspetto sono i canoni di locazione. Mi riferisco a quelli a libero mercato. Sono irrisori. 72 euro o 200 euro al massimo, ma per grandi metrature”.

Martedì prossimo si discuterà in consiglio comunale dell’emergenza casa e si va verso un documento condiviso in cui si dovrebbe dare mandato agli uffici d’andare verso regole nuove, che possano tenere conto nell’assegnazione e nella graduatoria dei bandi, di nuovi criteri.

Fra questi, gli anni di residenza. Un criterio di premialità verso chi vive e paga da più tempo le tasse a Viterbo. Come già avviene per il contributo affitti, da parte della regione.

“Esistono – spiega il consigliere Arduino Troili – ventimila vani vuoti, solo a Bagnaia ci sono centinaia di case sfitte.

Di contro, ci sono situazioni in cui magari si pagano locazioni care per locali che non hanno nemmeno i requisiti minimi di vivibilità. Ma da decenni nessuno interviene.

Per gli alloggi popolari dobbiamo pensare a un nuovo bando che corregga le distorsioni di quello attuale”.

L’apprezzamento al lavoro portato avanti dalla sub commissione è stato unanime. La parola passa al consiglio comunale.

Lascia un commento

Archivi

Viterbo2020

Viterbo 2020 nasce come piattaforma programmatica partecipata con due priorità principali. Primo: affrontare nell’immediato, con rapidità e decisione, le piccole e grandi emergenze che affliggono continuamente la nostra Città. Secondo: programmare lo sviluppo. Viterbo2020 è la nostra proiezione verso il futuro. La sfida di un domani che non è poi così lontano. Immaginare la nostra Città attraverso la lente di un progetto lungimirante, strategico, concreto, prospettico. La voglia di tornare a sognare.
Utilizzando il sito, accetti l´utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni | Accetto