Ricerca per:

Viterbo2020 sbarca nelle frazioni

foto21
da Tusciaweb e OnTuscia

Viterbo2020 sbarca nelle frazioni con il suo programma partecipato.

Mentre tutti festeggiano (o si leccano le ferite) e commentano i risultati delle politiche, noi rimaniamo concentrati su Viterbo e le frazioni per concretizzare il nostro progetto.

Tanti i cittadini grottani interessati a dare il loro contributo di idee e proposte per costruire il presente e sognare il futuro insieme a noi.

Sui ”dinosauri” viterbesi meteorite o meteora?

da ViterboNews24

Non c’è nulla da fare. I… Rossi non fanno per lei. Chiara Frontini ci ha provato, forse ci ha creduto, probabilmente ha sacrificato pure la possibilità di fare scelte diverse e magari anche qualche amicizia. Ma alla fine si è dovuta arrendere: Filippo Rossi annuncia la sua candidatura a sindaco e lei lo saluta; bye bye Filippo. “Rossi con questa sua decisione – ha detto la Frontini – ha tradito il desiderio di confronto e partecipazione, imponendo la sua candidatura. Avevamo chiesto a Rossi di misurarsi col consenso e con la città, evidentemente non si è sentito pronto. Scegliere i candidati in pubblico, tra i viterbesi, sulla base di un programma elettorale comune, non nelle segrete stanze per decidere chi-fa-cosa: questo lo spirito che animava la proposta delle primarie civiche. Viterbo 2020 non sosterrà Filippo Rossi perché la sua scelta ricalca le logiche autoreferenziali e compassate dei vecchi partiti, diventandone irrimediabilmente una brutta copia. Continueremo a lavorare per una vera alternativa di rinnovamento e discontinuità, basata su idee e programmi, prima che su poltrone e personalismi’’. Chiara no? Sì, Chiara.

Leggi l’intero articolo

FRONTINI: “SE ROSSI SI AUTOCANDIDA A SINDACO NESSUN APPOGGIO”

da Newtuscia

(NewTuscia) – VITERBO – Apprendiamo dai giornali la decisione di Rossi di candidarsi sindaco di Viterbo senza passare dalle primarie civiche, contrariamente a quanto aveva affermato sia a mezzo stampa che in un successivo dibattito pubblico, nel quale se ne ribadiva la necessità e l’importanza. “Rossi con questa sua decisione ha tradito il desiderio di confronto e partecipazione, imponendo la sua candidatura e rinnegando le primarie, a solo qualche settimana di distanza. Avevamo chiesto a Rossi di misurarsi col consenso e con la città, evidentemente non si è sentito pronto” – dichiara Chiara Frontini, ispiratrice del movimento – “Viterbo2020 ha lanciato la sua sfida fuori dai partiti proprio in contrasto con le imposizioni, le stantìe logiche romane, la presunzione ed arroganza di chi si appropria del diritto di decidere i candidati senza condivisione con cittadini ed elettori: per questo avevo proposto le primarie civiche, accettate da Rossi, per segnare un punto a favore della partecipazione, della trasparenza e del coinvolgimento dei cittadini nelle scelte pubbliche. Anche Giorgio Gaber affermava che la libertà non è avere un’opinione, la libertà è partecipazione” – continua Frontini.

Scegliere i candidati in pubblico, tra i viterbesi, sulla base di un programma elettorale comune, non nelle segrete stanze per decidere chi-fa-cosa: questo lo spirito che animava la proposta delle primarie civiche. Viterbo 2020 non sosterrà Filippo Rossi perché la sua scelta ricalca le logiche autoreferenziali e compassate dei vecchi partiti, diventandone irrimediabilmente una brutta copia. “Continueremo a lavorare per una vera alternativa di rinnovamento e discontinuità, basata su idee e programmi, prima che su poltrone e personalismi: dopo aver discusso con associazioni ed esperti in commissioni tematiche, nei prossimi giorni porteremo al vaglio dei cittadini il nostro Programma Partecipato dando loro l’opportunità di scegliere le priorità di governo della Città” conclude Chiara Frontini.

Costruiamo il presente e sogniamo il futuro, insieme.

Viterbo2020

Frontini: “Rossi ha tradito le primarie”

da Tusciaweb

Apprendiamo dai giornali la decisione di Rossi di candidarsi sindaco di Viterbo senza passare dalle primarie civiche, contrariamente a quanto aveva affermato sia a mezzo stampa che in un successivo dibattito pubblico, nel quale se ne ribadiva la necessità e l’’importanza. “

Rossi con questa sua decisione ha tradito il desiderio di confronto e partecipazione, imponendo la sua candidatura e rinnegando le primarie, a solo qualche settimana di distanza.

“Avevamo chiesto a Rossi di misurarsi col consenso e con la città, evidentemente non si è sentito pronto” –- dichiara Chiara Frontini, ispiratrice del movimento –Viterbo2020 – ha lanciato la sua sfida fuori dai partiti proprio in contrasto con le imposizioni, le stantìe logiche romane, la presunzione e arroganza di chi si appropria del diritto di decidere i candidati senza condivisione con cittadini ed elettori.

Per questo avevo proposto le primarie civiche, accettate da Rossi, per segnare un punto a favore della partecipazione, della trasparenza e del coinvolgimento dei cittadini nelle scelte pubbliche. Anche Giorgio Gaber affermava che la libertà non è avere un’’opinione, la libertà è partecipazione” – continua Frontini.

Scegliere i candidati in pubblico, tra i viterbesi, sulla base di un programma elettorale comune, non nelle segrete stanze per decidere chi-fa-cosa: questo lo spirito che animava la proposta delle primarie civiche.

Viterbo 2020 non sosterrà Filippo Rossi perché la sua scelta ricalca le logiche autoreferenziali e compassate dei vecchi partiti, diventandone irrimediabilmente una brutta copia. “Continueremo a lavorare per una vera alternativa di rinnovamento e discontinuità, basata su idee e programmi, prima che su poltrone e personalismi: dopo aver discusso con associazioni ed esperti in commissioni tematiche, nei prossimi giorni porteremo al vaglio dei cittadini il nostro programma partecipato dando loro l’’opportunità di scegliere le priorità di governo della città”,” conclude la Frontini.

Costruiamo il presente e sogniamo il futuro, insieme.

Metelli: “Svegliamo la città dal suo sonno decennale”

da Tusciaweb

Sono sempre stato convinto che ognuno debba dare il massimo in qualsiasi impegno della vita; con ciò intendo famiglia, lavoro e partecipazione sociale; da anni faccio parte di un’associazione di volontariato che mi ha mostrato come sia possibile migliorare se stessi dedicando una parte della propria vita agli altri.

Da tempo mi sono reso conto che la mia città, che ha una potenzialità incredibile vivacchia, neanche tanto bene, a causa dell’’immobilismo e della “vecchia politica” che si limita a compiere solo quello che è sufficiente a mantenere lo stato narcolettico della vita sociale.

Il senso di delusione e di insoddisfazione che sento non solo dentro di me, ma anche dentro altri che provano il mio stesso desiderio di aria nuova e pulita, di rinnovamento e di idee, mi ha spinto a mettermi in gioco da protagonista con Viterbo2020.

Qui ho scoperto come le nostre idee possono essere coltivate fino a diventare progetti realizzabili, grazie al supporto di un gruppo di persone che, al di fuori delle logiche di partito e degli ordini di scuderia, danno voce alle richieste di chiunque voglia mettersi in gioco.

Da fare ce n’’è tanto e per tutti se vogliamo che la nostra Viterbo si svegli dal sonno decennale e cominci a sfruttare tutto quanto di buono il nostro territorio ha da offrire. Vogliamo una città vivibile per tutti, che sviluppi il termalismo e valorizzi il centro storico, di sicuro non inferiore a quello di tante altre città, anche vicine, le cui amministrazioni hanno capito da anni che turismo è ricchezza, investendo a piene mani in quel settore.

E’’ necessario un piano integrato che preveda il ritorno alle botteghe artigiane, recuperando antichi mestieri che potrebbero creare posti di lavoro, soprattutto per i giovani che non riescono a trovare sbocco alla loro creatività e voglia di fare. Senza contare la possibile collaborazione con l’’Università della Tuscia che andrebbe incentivata con la creazione di Biblioteche d’’eccellenza e multimediali.

Per questo stiamo lavorando ad una piattaforma programmatica: ci confronteremo con la città sulla base di programmi precisi e realizzabili, a breve,medio e lungo termine, dando finalmente una scossa all’immobilismo pluriennale che ci ha portato ad uno stato di estremo disagio economico e sociale.

Marco Metelli

0
0
Parla con Chiara
Parla con Chiara Frontini - Viterbo 2020
Parla con Chiara Frontini - Viterbo 2020
Benvenuto nel cambiamento!
Fai la tua parte: scrivimi e insieme cambiamo Viterbo!